CELLFINA: UN RIVOLUZIONARIO TRATTAMENTO MINI-INVASIVO CONTRO LA CELLULITE

INVECCHIAMENTO CUTANEO
25 giugno 2018
SKINBOOSTER
25 giugno 2018

CELLFINA: UN RIVOLUZIONARIO TRATTAMENTO MINI-INVASIVO CONTRO LA CELLULITE

a cura del Dott. Roberto Dell’Avanzato


Un rivoluzionario trattamento mini-invasivo contro la cellulite. Primi 15 mesi di esperienza personale
Cellfina rappresenta il primo trattamento mini-invasivo, approvato dalla US FDA, clinicamente testato per migliorare l’aspetto dei buchi della cellulite sulle cosce e sui glutei in una sola seduta. La cellulite si manifesta con piccoli avvallamenti della pelle e colpisce circa l’85% delle donne in età postpuberale di tutte le razze. La comparsa della cellulite è stata associata a cambiamenti comportamentali e può negativamente influenzare l’autostima. Sebbene l’eziologia della cellulite non sia stata completamente compresa, le strutture anatomiche associate alla sua comparsa sono state studiate: i settifibrosi, che connettono la pelle al tessuto sottostante in alcuni punti specifici, sono perpendicolari alla superficie della pelle e la ancorano in profondità provocando avvallamenti ed irregolarità sulla superficie.
Continua a leggere

Diversi studi scientifici e radiologici, evidenziano che gli avvallamenti dovuti alla cellulite sono associati in modo significativo alla presenza di setti fibrosi sottostanti; in uno studio con MRI della Dr.ssa Hexsel questi setti erano visualizzati nel 96,7% delle aree con cellulite e tutti quelli presenti nelle aree esaminate erano perpendicolari alla superficie della pelle. Gli attuali trattamenti contro la cellulite come la radiofrequenza, la cavitazione, la mesoterapia, la criolipolisi, le onde d’urto, la carbossiterapia, la intralipoterapia, la micro-vibrazione compressiva, massaggi manuali etc. non sono in grado di agire in modo efficace sui setti fibrosi. I trattamenti diretti in modo spe- cifico ai setti fibrosi invece comprendono la subcision ed alcuni trattamenti laser tra i quali il più efficace è l’Endolift (Tecnica Dell’Avanzato).

Endolift per la cellulite è una procedura eseguita con una fibra ottica di calibro variabile da 200, 300, 400 o 600 micron connessa ad un laser a diodi 1470nm. La subcision invece è una tecnica largamente utilizzata in tutto il mondo per molti anni con risultati discontinui. Cellfina ha ridefinito e standardizzato la subcision sia per la profondità di lavoro sia per l’estremo controllo dell’area trattata portando a risultati riproducibili, certificati e sicuri e con un breve tempo di recupero grazie ad un macchinario estremamente sicuro ed efficace che permette di completare la procedura medica in anestesia locale in poco meno di 60 minuti. Il candidato ottimale è una paziente tra i 20 e i 55 anni con cellulite leggera-moderata sia a riposo sia in movimento, con una leggera lassità cutanea e peso stabile. Sebbene la cellulite non sia comune negli uomini, abbiamo trattato con successo anche due pazienti di sesso maschile. Viene qui riportata la mia esperienza, cominciata nell’ottobre 2016, su 50 pazienti sottoposti a trattamento della cellu lite in una sola seduta.

I controlli post-trattamento sono stati programmati dopo 7, 14, 30, 90 e 180 giorni per tutti i 50 pazienti; 13 pazienti a 12 mesi e 3 pazienti hanno raggiunto la valutazione a 15 mesi. I risultati sono stati valutati fotograficamente, con la Scala di Gravità della Cellulite (CSS - Cellulite Severità Scale) e la Scala Globale di Miglioramento Estetico (GAIS - Global Aesthetic Improvement Scale). Sono state anche valutate la soddisfazione del paziente e il livello di dolore durante e a distanza. Il trattamento dura mediamente 45-60 minuti. La procedura inizia disegnando i buchi della cellulite mentre il paziente è in piedi, tenendo in mano le foto dell’area da trattare. E’ sempre meglio che il paziente veda le foto in modo che possa capire e confermare il programma. Una volta disteso il paziente, viene disinfettata la pelle con una soluzione che non rimuova i disegni preoperatori.

Seguendo i disegni fatti, viene applicato il dispositivo che distende e stabilizza il tessuto in una camera sottovuoto e subito dopo viene somministrato l’anestetico locale con un ago multi-foro di cui è dotato il sistema Cellfina ad una profondità di 6 mm o 10 mm decisa di volta in volta dall’operatore. Una volta che tutte le aree sono state infiltrate con l’anestetico, viene eseguito il rilascio selettivo dei setti fibrosi sottocutanei (subcision guidata) con l’utilizzo di una micro-lama senza incisioni. La procedura ha permesso di trattare con successo la causa primaria della cellulite in tutti i 50 pazienti. La soddisfazione dei pazienti è stata dell’ 87% dopo 3 mesi in 50 pazienti, del 95% dopo 6 mesi in 50 pazienti, del 97% al dodicesimo mese nei 13 pazienti valutati e del 100% al quindicesimo mese nei 3 pazienti valutati. Eventi avversi transitori sono stati tutti di lieve entità e gli effetti collaterali più comuni sono stati indolenzimento e lividi. Tra i 50 pazienti, il 95% ha riportato piccoli lividi per una settimana, il 23% per due e nessun paziente ne aveva dopo un mese. Questa rivoluzionaria procedura contro gli inestetismi della cellulite approvata dalla US FDA, combina un metodo già collaudato ma poco riproducibile e non standardizzato, la subcision, con una tecnologia innovativa e certificata in grado di trattare le cause strutturali primarie della cellulite nelle cosce e nei glutei, migliorandone l’aspetto. Lo studio conferma la sicurezza e l’efficacia del trattamento, efficacia comprovata dalla soddisfazione dei pazienti. Cellfina, insieme ad una giusta tecnica e ad una appropriata scelta dei pazienti, offre certamente risultati eccezionali.