GLUTEOPLASTICA
31 maggio 2018
IL LIFTING SENZA BISTURI
31 maggio 2018

IL CENTRO DI MEDICINA ESTETICA

a cura della Dott.ssa Tiziana Lazzari


FILOSOFIA DELLA CURA DEL PAZIENTE
I pazienti sono l’unica ragione dell’esistenza di qualsiasi centro di medicina estetica: un centro di successo prima di tutto identifica le esigenze del paziente e trova le risposte più adeguate e più etiche alle sue necessità. Capacità di comunicazione, lavoro d’équipe ed etica medico- sociale sono elementi fondamentali per offrire un servizio di alta qualità nel settore sempre più dinamico e competitivo dell’assistenza sanitaria in generale e nella nostra specializzazione in particolare. Ma cosa si intende per assistenza ai pazienti? Fin dall’infanzia ho appreso il concetto che occorre trattare gli altri come vorremmo essere trattati noi.
Continua a leggere

A maggior ragione, proprio perché si trova nella posizione di “paziente”, chi entra nel nostro studio merita di essere trattato con cortesia e rispetto e reagirà nei nostri confronti nel modo migliore se si renderà conto dell’instaurarsi di un rapporto sincero e onesto. Può capitare anche al migliore dei medici di seguire i propri pensieri e non le parole dei pazienti. Il medico e il chirurgo estetico, che spesso entrano nella sfera più intima dell’individuo, devono invece saper ascoltare con attenzione e devono rispondere con chiarezza a ciò che gli viene detto a volte in modo frammentario e a esigenze che potrebbero apparire confuse.

È necessario ascoltare i pazienti per identificare le loro necessità e i loro desideri e far capire che comprendiamo le loro preoccupazioni, che vanno dal timore di “cambiare” troppo, di vedersi “diversi” dopo l’intervento, fino al senso di colpa generato dal pensiero di compiere una scelta poco etica nel ricorrere a un trattamento che nasconda l’invecchiamento e l’inevitabile scorrere del tempo. E la prima attenzione che occorre prestare è rivolta alle motivazioni del paziente, alla sua esigenza non solo di “apparire” agli altri, ma di “riconoscersi” quando si guarda allo specchio. Per contro è importante per ogni medico e in particolare per il chirurgo estetico imparare a gestire poco realistiche aspettative di risultati miracolosi.

Prima di qualsiasi trattamento sanitario, e a maggior ragione prima di un intervento di questo tipo, il paziente ha diritto a ricevere una chiara spiegazione della tecnica utilizzata e degli effetti che comporta. La medicina estetica rientra nel settore dei servizi. È un ambiente in cui tutti i membri dell’équipe devono prestare grande attenzione agli utenti e al loro benessere personale. L’eccellenza nella cura parte da una comunicazione aperta, onesta e diretta. E per fornire un’assistenza di alta qualità, sono pienamente convinta che non bastino le competenze tecniche del solo professionista ma che sia necessario l’impegno di tutto il team. Le attività condotte dagli studi di medicina estetica si ispirano a precisi principi di etica e di responsabilità sociale: per questo ciascun membro della squadra è tenuto a fornire ai pazienti la migliore assistenza possibile, senza distinzione di sesso, possibilità economiche o etnia. Comprensione, rispetto per la dignità umana, onestà e integrità: è la ricetta per fare un buon lavoro di squadra con il nostro paziente, consapevoli che l’obiettivo sarà sempre quello di agire nel suo esclusivo interesse.