CONCENTRATI PIASTRINICI
25 maggio 2018
QUANDO IL TEMPO BUSSERÀ ALLA TUA PORTA, NON FARTI TROVARE ALL’APPUNTAMENTO
25 maggio 2018

RADIOFREQUENZA MONOPOLARE

a cura di Alessandra Conforti


Belli e sani nel tempo
Forse una delle preoccupazioni più presenti nelle vite di ognuno di noi, è quella di rimanere in forma, belli, giovani e sani il più a lungo possibile, nonostante il tempo che passa. Ovviamente il tempo non si può fermare in modo permanente ma è possibile aiutare il nostro organismo a rimanere sano, e di conseguenza più bello. Al primo posto: uno stile di vita sano. Questo significa corretta alimentazione con una dieta ricca di frutta, verdure, cereali e legumi, variando il più possibile gli alimenti.
Continua a leggere

Significa alzarsi dal nostro divano preferito e fare sport, preferibilmente all’aria aperta, in mezzo alla natura, perché la nostra pelle, proprio per restare giovane e sana, così come tutto il nostro organismo, ha bisogno della luce del sole e dell’aria fresca. È poi importante cercare di essere felici e sereni perché il buonumore influenza molto la nostra salute. Se nonostante tutte queste accortezze, non riuscite proprio a buttare giù quei chiletti in più, la medicina estetica e la chirurgia plastica possono ricorrere in nostro aiuto. Negli ultimi tempi si sta facendo strada la Radiofrequenza monopolare, un trattamento che permette di combattere cellulite e lassità cutanea senza interventi e che, sembra, riesca anche a portare cambiamenti metabolici al nostro organismo. Ne abbiamo parlato con il dott. Dario Dorato che ha seguito da vicino questo metodica e i vari studi in merito.

Dottor Dorato, in quale ambito è possibile utilizzare la radiofrequenza monopolare? La radiofrequenza monopolare è un trattamento da utilizzare in ambito della medicina estetica per il trattamento della lassità cutanea, della cellulite e delle adiposità localizzate di piccole dimensioni.

Ha parlato di medicina estetica, quindi possiamo dire che non si tratta di un trattamento invasivo. Assolutamente. La radiofrequenza è un trattamento di tipo non invasivo che può essere svolto in poco tempo, solitamente un trattamento dura circa 30 minuti, e che permette la ripresa immediata delle attività quotidiane. Proprio per questo viene chiamata la “terapia della pausa pranzo”.

E in soli 30 minuti si risolve il problema? No, questo è il tempo di un trattamento, il quale deve essere inserito in un ciclo di circa 10 sedute a distanza di almeno 7 giorni l’una dall’altra per garantire il risultato. Meglio poi se i cicli si ripetono nel tempo; l’ideale sarebbe un paio di cicli all’anno. Questo trattamento è infatti perfetto per chi cerca un aiuto in più contro l’inestetismo ma, per varie ragioni, non è convinto di affrontare un vero e proprio intervento di chirurgia plastica.

Quale è quindi il paziente ideale? Il paziente perfetto è una persona in leggero sovrappeso che, come stavo dicendo, non se la sente di affrontare un intervento chirurgico ma preferisce un trattamento non invasivo di medicina estetica.

Ci sono delle controindicazioni? No, l’unico “fastidio” può essere una sensazione di calore sulla parte trattata perché con l’utilizzo di un manipolo andiamo a riscaldare lo strato profondo del tessuto fino ad una temperatura di circa 45°C.

Sembra che questo trattamento produca anche un cambiamento di tipo metabolico è così? Non è ancora stato provato e anche se sembra che avvenga non è assolutamente sicuro dal punto di vista scientifico. Quello che è certo è che questo trattamento, unito a un cambiamento nello stile di vita può portare a importanti risultati.