GLI INESTETISMI DELLA CELLULITE
17 Aprile 2018
RADIOFREQUENZA TRIPOLARE
17 Aprile 2018

CAVITAZIONE MEDICA ED ESTETICA

Dott. Dario Dorato

Facciamo chiarezza sulle due procedure
La Cavitazione Medica: è il fenomeno di cavitazione che si genera attraverso macchinari che emettono ultrasuoni a bassa frequenza (30-40 KHZ, Kilo Hertz). Mentre la Cavitazione Estetica: è il fenomeno di cavitazione che si genera attraverso macchinari che emettono ultrasuoni ad alta frequenza (1-3 MHz, Mega Hertz). E’ fondamentale spiegare, come verrà approfondito in seguito, che gli ultrasuoni ad alta frequenza non arrivano a livello del grasso sottocutaneo, ma rimangono confnati a livello cutaneo con lo scopo di sollecitare solo la pelle per tonifcarla.
Continua a leggere

Le dimensioni delle micro bolle, generate dal fenomeno della Cavitazione ad Ultrasuoni nei liquidi, diminuiscono di volume e numero quando aumenta la frequenza degli US ed inoltre più alta è la frequenza meno in profondità scendono gli ultrasuoni nei liquidi. Ecco perché la cavitazione estetica, che in Italia si può fare anche nei centri estetici da personale non medico, agendo con ultrasuoni ad alta frequenza non può risolvere il problema delle adiposità localizzate; i livelli di ultrasuoni consentiti ai centri estetici, sono, per legge, tarati per trattare solo la pelle e non il grasso sottocutaneo che, essendo in profondità, può essere colpito solo da strumenti pertinenti ai Medici. Viceversa con gli Ultrasuoni a bassa frequenza (quelli pertinenti ai Medici, con la Cavitazione Medicale) permettono di allungare il periodo che intercorre tra l’effetto compressivo e quello di rilascio dato appunto dall’effetto cavitazionale, generando un maggior numero di micro bolle che raggiungono un livello più profondo negli strati cutanei riuscendo ad arrivare fno a livello del grasso sottocutaneo (Yoseph Bar-Cohen (NASA Scientifc Advisor; 1998). La cavitazione è un fenomeno fsico noto e già sfruttato da anni al di fuori dell’ambito medico, che consiste nell’abbassamento della pressione locale all’interno di un fuido, con la formazione di bolle di vapore, le quali, successivamente, implodono rilasciando energia.

Come avviene la cavitazione medica?

Tramite un macchinario, dotato di uno speciale manipolo, vengono convogliati all’interno della massa grassa sottocutanea ultrasuoni a bassa frequenza, dotati di particolari ed opportune caratteristiche, che inducono fenomeni termici, meccanici e di “cavitazione”: • l’effetto termico aumenta la microcircolazione e il volume delle cellule adipose; • l’effetto meccanico si espleta attraverso micro-oscillazioni verso zone con pressione minore, e variazioni della permeabilità della membrana delle cellule di grasso; • l’effetto di cavitazione provoca, infne, la formazione di microbolle all’interno degli adipociti, che implodendo distruggono la membrana cellulare e favorendo la fuoriuscita degli acidi grassi (trigliceridi), che, attraverso le vie linfatiche arrivano al fegato, che li metabolizza come qualsiasi grasso alimentare. Come già ricordato, le cellule adipose distrutte dalla cavitazione liberano scorie di grasso, che l’organismo dovrà eliminare. Per favorire questo processo, e consentire un minore impatto sul metabolismo, occorre favorire l’apertura delle stazioni linfatiche ed effettuare un massaggio linfodrenante.