THE MAGIC OF FAT
25 Giugno 2018
STRUMENTI HUMAN ORIENTED
25 Giugno 2018

LA TECNOLOGIA 3D

a cura del Dott. Bruno Bovani


La tecnologia 3D al servizio della chirurgia plastica e della medicina estetica
In questi ultimi anni si sta facendo strada un concetto sempre più evoluto di bellezza, legato non più a stereotipi che spesso ci venivano propinati dai mass media. E’ definitivamente conclusa, infatti, l’epoca in cui i nostri pazienti chiedevano di somigliare a personaggi famosi e noi medici eravamo intenti a cercare di comprendere come riprodurre quel certo particolare anatomico di cui tanto si parlava sui giornali o in televisione.
Continua a leggere

Oggi insieme ai nostri pazienti abbiamo raggiunto una maggiore maturità, per cui la chirurgia plastica e la medicina estetica, con le loro tecniche ogni anno più straordinarie, consentono di impostare dei programmi personalizzati nei quali i nostri trattamenti allontanano gradualmente i segni dell’invecchiamento, senza distorsioni o trasformazioni di immagine. Per seguire questa strada è indispensabile compiere un’accurata analisi dei nostri pazienti, il che richiede una buona conoscenza dei capisaldi dell’anatomia artistica, una notevole esperienza tecnica e l’ausilio di nuove tecnologie che permettono lo studio tridimensionale del volto, delle sue caratteristiche e dei difetti estetici presenti. L’ultima apparecchiatura che ho inserito nella mia attività professionale è un sistema fotografico tridimensionale unico nel suo genere che, grazie ad un sofisticatissimo software, consente un’analisi molto approfondita dei nostri pazienti.

Quindi la visita medica preliminare consiste nell’acquisire queste immagini e di commentarle, poi, assieme al nostro paziente, evidenziando le perdite dei volumi del volto, la cattiva definizione dei profili, (FOTO 2) la presenza di macchie e di rughe o di patologie vascolari come la couperose. Avremo, pertanto, la possibilità di mostrare con precisione ai nostri pazienti dove e come agiremo con i nostri trattamenti, rendendoli partecipi attivi del percorso che andremo a realizzare. Il software di questa tecnologia 3D, inoltre, è provvisto di un processo matematico di simulazione dei risultati ottenibili: potremo mostrare, così, al paziente quale effetto si può ottenere impiegando un filler volumizzante sugli zigomi o sulle labbra; oppure il risultato dopo l’eliminazione mediante la Luce Pulsata di macchie e capillari; oppure ancora la riduzione delle rughe dopo un trattamento di laser frazionato e iniezioni di acido ialuronico.

Un tempo veniva richiesto al medico dalla paziente la correzione di una piega o di una ruga, convinta di avere localizzato in quel difetto l’origine del suo disappunto nell’osservare un viso che non soddisfa più. Ed il medico troppo spesso limitava il suo operato alla richiesta della paziente, pur sapendo che così facendo non avrebbe risolto efficacemente i problemi che quest’ultima presentava. Il rapporto, a mio modo di vedere, deve essere invertito: non più il paziente che chiede ed il medico che esegue ma un professionista che analizza il viso nei dettagli e stabilisce un contatto costruttivo con il suo paziente, decidendo assieme le tappe da realizzare. Tutto ciò in passato risultava senza dubbio di difficile attuazione, senza l’ausilio di un sistema che permettesse di comunicare visivamente al paziente i motivi reali della sua insoddisfazione e come risolverli, con l’ausilio di una simulazione dei risultati ottenibili. Grazie all’analisi tridimensionale del viso, quindi, ho visto completamente sfumare quei timori che molti pazienti mostrano e che si sintetizzano con questa frase: “ non vorrei che dopo i suoi trattamenti non riuscissi più a riconoscermi” . Questa frase, tante volte ripetuta in passato, derivava proprio dall’impossibilità di “vedersi” , cioè di esaminare preventivamente con il proprio medico i risultati ottenibili. Oggi con l’ausilio del sistema fotografico 3D abbiamo eliminato questi timori, mentre, invece, vediamo che il paziente collabora attivamente e serenamente con noi nella realizzazione del programma di trattamenti. Purtroppo la tecnologia 3D, proprio perché molto sofisticata, è ancora poco diffusa in Italia ed è per questo che chi fosse interessato ad una valutazione tridimensionale del proprio volto potrà contattarci all’indirizzo info@esculapioitalia.it