NEW CONCEPT BALANCE
18 Aprile 2018
NUOVO APPROCCIO AL LIPOFILLING IN CHIRURGIA PLASTICA
18 Aprile 2018

MICROVIBRAZIONE COMPRESSIVA

Dott. Paolo Siniscalco

L’ultima frontiera del rimodellamento del corpo
L’esperienza maturata in oltre 10 anni di applicazione e studi sul campo, ha permesso di realizzare una nuova generazione di dispositivi in grado di applicare una sofisticata metodologia bioingegneristica, tutta italiana, che permette trattamenti non invasivi, utilizzando particolari ricettori, dei nostri tessuti. Il trattamento di microvibrazione compressiva, è infatti oggi arricchito di un sistema Sensor, il cui manipolo cilindrico che ospita le sfere di silicone è totalmente controllato da un microcomputer che ne gestisce le funzioni.
Continua a leggere

La novità principale risiede proprio nei sensori di cui è stato dotato il manipolo, che lo rendono capace di gestire autonomamente la pressione e la frequenza in base ai dati che il tessuto del paziente trasmette adattando quindi il trattamento alle esigenze individuali. La metodica a Microvibrazione Compressiva offre un trattamento non invasivo e piacevole che svolge 5 azioni con un unico gesto. Grazie alla struttura esclusiva del manipolo, alle manovre specifche e dell’equilibrio di parametri alla base della sofsticata tecnologia stimola profondamente il sistema vascolare, metabolico e linfatico con una signifcativa eliminazione dei liquidi l’eccesso: riduce il dolore e l’infammazione del tessuto; disgrega gli aggregati adiposi rimodellando la silhouette; migliora nettamente il tono muscolare, utilizzando il muscolo come resistenza attiva. La metodica a Microvibrazione Compressiva risulta effcace in molteplici applicazioni: trattamenti della cellulite, linfodrenaggio, pubalgie, contratture muscolari, dolori di diversa genesi e non ultimo, il trattamento anti-aging del viso.

Scendendo nel particolare: l’azione antalgica: l’anamnesi del paziente affetto da panniculite evidenzia stati dolorosi tipici delle condizioni edematose. Gli studi effettuati su queste patologie hanno dimostrato che la Microvibrazione Compressiva, utilizzata secondo metodica e programmi specifci, agisce sui meccanocettori e sulla fogosi. I primi subiscono una sorta di riduzione e/o eliminazione del dolore in un dato tempo. L’azione stessa e la contemporanea ossigenazione tissutale permettono la riduzione e /o eliminazione della fogosi nel tempo. Queste due azioni, svolte in modo sinergico e utilizzando un apposito programma (fase antalgica), eliminano il dolore in 3-4 sedute. L’azione vascolare: la compressione tissutale, grazie alla particolare disposizione a “Celle d’api” degli organi vibratori sul cilindro, agisce effettuando delle pressioni e sollevamenti in una sorta di “Ginnastica vascolare” che permette un miglioramento signifcativo del microcircolo nei distretti interessati. Tecnicamente permette di controbilanciare la pressione idrostatica dei vasi venosi invertendo l’intimo meccanismo con inversione del fusso. Dagli studi effettuati si evidenzia un aumento generalizzato dalla temperatura cutanea rilevata mediante immagini teletermografche che dimostrano scientifcamente un effetto nell’endodinamica vascolare. Il paziente riporta un’immediata sensazione di sollievo agli arti inferiori, leggerezza e benessere. L’azione linfodrenante: il linfedema è una condizione patologica dovuta a lesioni od ostruzioni dei vasi linfatici con formazione di edema e aumento dei liquidi intestinali. Consente inoltre di determinare un’azione pulsata e ritmica, che viene indotta a seconda del senso di rotazionedel cilindro. La spinta che agisce sul sistema linfatico elimina i liquidi in eccesso caratteristici della fase linfatica. Uno studio specifco sui linfedemi ha dimostrato che Endosphères è una tecnica che permette una riduzione signifcativa dello spessore dei tessuti sottocutanei. L’azione ristrutturante: il perdurare dell’edema porta con il tempo l’aumento del tessuto fbroso interstiziale cutaneo (setti) in sintesi i campi di applicazione principali in cui approfttare al meglio di questi azione sono certamente la medicina estetica la febolinfologia e la medicina dello sport. Per il trattamento anti-aging del viso utilizza la microvibrazione compressiva come uno spessore minimo applicato solo dove serve, che reattiva in maniera controllabile il maccanismo infammatorio al fne di favorire un adeguato recupero trofco e morfologico del tessuto trattato.

L’azione localizzata e costante del rullo sul derma provoca la rottura, per una “clasi meccanica” degli adipocitilipodistrofci si ridistribuiscono in modo da rimodellare il contorno cutaneo.

Il risultato è una riduzione della buccia d’arancia unita ad una contemporanea ristrutturazione dei tessuti. Il trattamento Total Body, può essere effettuato su tutto il corpo, dalle gambe e glutei, all’addome, dalle braccia alla schiena,al seno, dove risulta effcace nel rassodamento e miglioramento dei cedimenti strutturali e tissutali causati all’avanzare dell’età, dal sopraggiungere della menopausa o dalla vita sedentaria e da un’inadeguata attività fsica, andando a tonifcare la componente muscolare rilassata.