NUOVA STAGIONE, NUOVA PELLE
11 Marzo 2019
TRATTAMENTO REVERSE
11 Marzo 2019

Novità per la correzione delle labbra

a cura del Dott. Bruno Bovani


Quando l’azienda produttrice lavora realmente a fianco del Medico nascono delle sinergie molto interessanti, in grado di risolvere problematiche che solo un professionista esperto sa evidenziare. E’ questo il caso della correzione di un distretto così dibattuto, così complesso e delicato che solo le labbra sanno essere. In effetti, fin troppe volte ci siamo sentiti contestare che il modo di correggere le labbra dei nostri pazienti è esagerato, per cui intorno a questo distretto del volto è nato il concetto errato che la chirurgia estetica alteri sempre, irreversibilmente ed in modo inaccettabile i profili e l’immagine dei nostri pazienti.
Continua a leggere

Niente di più falso. E’ però vero che, se si vuole ottenere una correzione armonica in distretto così difficile, sono indispensabili alcuni accorgimenti fondamentali. In primo luogo il medico deve conoscere accuratamente l’anatomia delle labbra, perché queste ultime presentano, in pochi centimetri quadrati, una notevole quantità di strutture molto differenti fra di loro.

Successivamente è indispensabile fotografare accuratamente il paziente e, facendo uso dei concetti di anatomia artistica che regolano un’immagine armonica delle labbra, discutere assieme a lui il tipo di intervento che suggeriamo. In questo modo elimineremo una grande quantità di eccessi e di omologazioni che spesso sono frutto di richieste sbagliate dei nostri pazienti.

Giunti a questo punto si entrerà nella fase operativa: quali prodotti useremo? Con quale tecnica intendiamo impiantarli? La complessità strutturale delle labbra e delle loro aree limitrofe richiede molte volte più tecniche asso ciate nello stesso tempo, con l’impiego di prodotti dalle caratteristiche molto differenti fra di loro. Tutto ciò rende l’atto medico complesso, difficile, che necessita di un’elevata esperienza, ma soprattutto ricorrendo a differenti fiale di filler, con un conseguente incremento dei costi per il nostro paziente.

Facciamo un esempio: Maria giunge alla nostra osservazione con un labbro superiore molto svuotato, raggrinzito, privo di un suo vero profilo, tanto che lamenta l’impossibilità di usare correttamente il rossetto. Ma presenta anche tante piccole rughe verticali che tagliano sia il labbro superiore che l’inferiore. Inoltre sono praticamente scomparse le estremità sia superiore che inferiore delle labbra. Per ottenere, allora, un’efficace correzione dovremo agire sul volume con un acido ialuronico creato per essere viscoso e resistente agli elevatissimi movimenti muscolari che le labbra determinano durante le loro quotidiane funzioni (bere, mangiare, parlare). Ma ciò non basta: per ridefinire con precisione il contorno delle labbra e le piccole rughe verticali che spesso fanno da corredo è, invece, necessario un filler a base di acido ialuronico molto delicato, coesivo, che non migri, adatto ad essere iniettato in superficie. A tutto ciò si accompagna, spesso, un utilizzo molto modesto di prodotto, considerando anche le dimensioni limitate delle labbra, con un inevitabile spreco di materiale, se si utilizzano le comuni fiale in commercio.

Abbiamo, allora, accettato con molta soddisfazione la nuova creazione dell’azienda MERZ che con il programma Belotero Lips ha recepito le nostre indicazioni e realizzato un kit apposito, che soddisfa proprio queste necessità, ad un prezzo contenuto. Belotero Lips, infatti, è costituito da due filler a base di acido ialuronico: Belotero Lips Shape per il ripristino dei volumi e Belotero Lips Contour per una corretta ridefinizione dei profili delle labbra e per la correzione delle rughe verticali.

Entrambi in confezione di siringhe a minore contenuto, perfetto per un corretto impianto, senza incorrere in inutili tentazioni di volumi esagerati che renderebbero il nostro risultato assolutamente poco naturale. Il tutto con l’aggiunta di un pizzico di anestetico locale nel filler, così da rendere più gradevole l’impianto.