SKINBOOSTER
25 giugno 2018
COSMESI E SOLE IN UN CONCETTO ANTI-AGING
6 luglio 2018

SIERO CONTORNO OCCHI WiQO

a cura della Dott.ssa Rossana Castellana


Dalla ricerca dermocosmetologica un nuovo prodotto che tratta e previene l’invecchiamento della zona perioculare
Spesso basta guardare gli occhi di una persona per riconoscerne molti tratti: intelligenza, sexappeal, aggressività, dolcezza, indifferenza, depressione e tantissimi sentimenti si possono intuire facilmente negli occhi di persone anche mai viste prima.
Continua a leggere

L’area perioculare del volto, così delicata, dove pelle e muscoli sono sottili, è la più esposta alla luce ed agli agenti atmosferici e poiché qui le emozioni segnano con gli anni solchi più o meno profondi, è la prima zona a rivelare il passare degli anni. E perciò correzioni di rughe, borse, occhiaie, palpebre cadenti sono le più frequenti richieste poste al medico estetico e al chirurgo da parte di uomini e donne di tutte le età. Ma in medicina sappiamo quanto sia importante la prevenzione per limitare o ritardare lo sviluppo di una malattia inevitabile e questo concetto è valido anche quando parliamo di prevenire l’aging. Vediamo quindi quali sono le armi che la moderna dermocosmetologia ha a disposizione per prevenire l’invecchiamento della zona perioculare. Primo punto: è indispensabile mantenere l’idratazione. Un’ottima reidratazione può esser ottenuta grazie a un particolare acido ialuronico, ottenuto per vie biotecnologiche da ceppi batterici marini.

La ricchezza in acido glucuronico dell’estratto consente un’elevata capacità di trattenere acqua e fornisce alla pelle idratazione immediata e duratura. Secondo punto: contrastare i radicali liberi e la glicazione. Il tripeptide-9-citrullina (DGLYAGE), efficace principio anti-age veicolato in modo ottimale in piccoli liposomi, svolge un’ottima azione antiossidante e ostacola anche il processo di glicazione, prevenendo così danni strutturali al DNA. La glicazione è un processo degenerativo per cui negli anni il glucosio del sangue si lega a molecole proteiche, come il collagene e l’elastina e le altera con conseguente perdita di elasticità e invecchiamento delle fibre. Terzo punto: drenare la ritenzione di liquidi nelle borse e prevenire le occhiaie. Il complesso fitoterapico (Vegetal Capillaro Complex) costituito da 5 estratti vegetali (rusco, calendula, centella asiatica, liquirizia e ippocastano), ricchi in saponosidi e flavonoidi, svolge un’ottima azione antinfiammatoria ed antiedemigena. Quarto punto: limitare la contrattura superficiale dei muscoli mimici.

Il dimetilaminoetanolo (DMAE), un nutriente ricavato in natura dall’olio di pesce, si è dimostrato un valido coadiuvante nel migliorare l’aspetto della pelle matura. Ne migliora la tonicità, potenzia gli antiossidanti e contrasta l’assottigliamento della pelle. Inoltre agisce stabilizzando le membrane cellulari e favorendo una migliore contrazione muscolare. Il siero contorno occhi WiQo contiene tutte le sostanze sopradette e dona inoltre anche una piacevole sensazione di benessere appena applicato. Una goccia di siero, applicato anche una o due volte durante il giorno sulla cute, fissa il trucco e lo reidrata in modo da assicurare una continua riserva d’acqua e prevenire la pericolosa disidratazione sia in ambienti chiusi, sia all’aria aperta. Un uso veramente diverso e particolare di questo prodotto è anche quello di applicarlo sia prima, sia dopo la ICP Cream (Invisibile Colored Protective), una crema colorata assolutamente invisibile con estratti di orchidea (orchis mascula) che nasconde le piccole imperfezioni e, grazie al suo filtro solare, protegge tutto l’anno la pelle dalla luce, prevenendo il foto-invecchiamento e le macchie da eccessiva esposizione.